giovedì 21 febbraio 2013

Amiche, ad ognuno le sue

Le incontri per caso sui banchi di scuola, nei corsi in università, fra gli amici dei figli, ad un corso di cucito, fra i clienti affezionati, ad un corso pre-parto, in coda alla posta....
noi puoi mai sapere dove le incontrerai perché le amiche si riconoscono con il tempo e in particolare con le avversità, possono essere giornate difficili, esami impossibili, paure inconfessabili, condivisione di genitori da eliminare...ma loro sono li nelle pieghe della vita, sono li che aspettano l'incontro.
Quando ero ragazza diffidavo delle amicizie femminili, mi sembrava che fossimo in competizione più che in collaborazione, ero propensa a fidarmi dei maschi e a confidarmi con loro, il tempo ha cambiato questa mia idea di base.
Considero le persone nella loro essenza indipendentemente dal sesso, ma le donne hanno davvero una capacità di vedere oltre.
E' come se la vita al femminile ti creasse tanti di quei problemi, ti frantumasse tanti di quei sogni, ideali, che chi supera questi test  ne risulta rinforzata e sicuramente con una capacità di comprendere e capire senza pari.



Le mie amiche sono strepitose, negli anni se ne sono aggiunte, alcune sono decedute e sono state eliminate, sono tutte diverse, sono tutte fantastiche sono tutte reali e non virtuali.

Non sono amiche accondiscendenti, sono quelle che se mi devono mandare a fare in culo mi ci mandano, sono quelle alle quali posso dire le cose come mi passano per la mente, sono quelle che anche se le mie scelte sono contrarie al loro modo di vita non mi limiterebbero perché sono mie le decisioni.

Le mie amiche sono sparse per il globo e sono tutte nel mio cuore.
In questo anno in cui la vita mi è stata stravolta sono state con me, mi hanno tenuta per mano, mi hanno asciugato le lacrime e dato calci nel sedere, hanno bevuto con me hanno riso con me ed hanno investigato con me.

Con le mie amiche ho parlato di tutto, di sesso, di Dio, di amore, di stronzate di vita.
Le mie amiche mi hanno aspettato di notte nei parcheggi per consolarmi, hanno portato Happy Meal per perché sapevano quando difficile fosse il momento per me e i bimbi, le mia amiche mi hanno mentito, mi hanno detto difficili verità, mi hanno abbracciata, e mi hanno sostenuta anche nelle scelte di uomini davvero improbabili...

Voglio bene a tutte per quello che rappresentate e per quello che siete.
Forse non vi avrò mai tutte assieme sedute nello stesso locale ma vi ho tutte le volte che sentite che ho bisogno di voi.
Sono così fortunata che fra le mie amiche posso aggiungere anche la mamma e la sorella e non è poco...
Grazie




Mi hanno anche detto che ero bellissima quanto non era vero.....
Come vi voglio bene ragazze!!!!!!!!!!!!

Micol Morelli
caderefamale.blogspot.com

Nessun commento:

Posta un commento