venerdì 15 marzo 2013

Correlazioni

Correlazioni


I pensieri sono tanti, si aggrovigliano nella mente, risposte sempre poche, passi giusti da fare... non ho più una visione chiara di quello che è giusto e di quello che è sbagliato.

Mi stupisco di come stia diventando impossibile essere civili, di come sia lontano il tempo della collaborazione, di come oggi mi sia totalmente estraneo (anzi peggio) l'uomo con il quale ho vissuto così tanti anni.



Un mio caro amico mi aveva avvisata che una separazione diventa una guerra, una di quelle orribili guerre dove nessuno vince, dove si sta male e dove la rabbia e il risentimento si fanno spazio e dettano legge.
E' peggio
E' molto peggio

La mia mente è in subbuglio nel tentativo apprezzabile di cercare di  mantenere dei punti fermi, nel cercare di fare scelte civili, di analizzare gli eventi...
Il mio cuore è assente, la sofferenza in quel senso non c'è più.
Il mio stomaco mi ha mandato una lettera di disdetta sostenendo che tutti gli acidi gastrici che gli sto procurando gli rendono la vita un inferno, si sente eccessivamente organo di sfogo per tutto il nervosismo..

Andrò a fare una passeggiata mi schiarirà le idee e rilasserà lo stomaco...spero.



Micol Morelli
caderefamale.blogspot.it

2 commenti:

  1. .........Ma chi sarebbe quel tuo caro amico che ti aveva avvisata sul gran casino di una separazione se ci si parla solo nelle aule di un tribunale ?

    RispondiElimina