domenica 28 luglio 2013

Beata imbecillità

Sorrido pensando che:
Sono circa 9 giorni che Ken non si vede, che non vede i bambini, e si sente il minimo indispensabile (circa ogni 2 giorni).
Situazione di gaudio che nessuno di noi intende negare : )

Sia io che i bimbi sappiamo che è oltre oceano, per ovvia deduzione logica:
- chiama solo in una fascia oraria
- cerca di non farsi fare domande
- il suo telefono con numero straniero suona libero ed acceso
- quando è al telefono si sente quello strano ritardo

I bimbi non fanno domande perché tanto sanno e sorridono
E lui è convinto che noi siamo scemi e non sappiamo : )  beata imbecillità

Oggi gli hanno fatto osservare che è un pò che non si vedono e lui ha risposto "Ma da solo una settimana, ci vedremo la prossima" totale 15 giorni di assenza.

Che pace.

Micol Morelli e il senso di pace

venerdì 26 luglio 2013

Il bello e il brutto del telefonino

Ieri sera di punto in bianco il mio telefono riceve un sms e va il tilt!
Non si accende, non si spegne, non dà segnali di vita, praticamente uno zombi tecnologico.

Puro terrore sulla mia faccia, mi sono sentita sconnessa dal mondo come se mi fosse negata la possibilità di comunicare..
Mi sono addormentata a fatica, ogni tanto allungavo la mano e vedevo se aveva ripreso vita...

Verso le 2 mi risveglio (sonni agitati di vita senza telefono) controllo e...Funziona, lo zombie è ritornato in se come essere vivente e funzionante : )

Stamattina preparo i bimbi per lasciarli alla nonna e correre al lavoro, e mentre si lavano i denti e si vestono io sbrigo la posta: fatture, tasse scolastiche, tutte menate.
Mi sovviene alla mente il ricordo della notte tempestosa vissuta con il mio telefono e vista la bolletta della compagnia telefonica la apro.
Terrore puro l'importo della bolletta era pari ad otto volte in più di quello che spendo di solito!!!
I bimbi mi guardano e vedono l'aria sconvolta a domanda rispondo:
-"Bimbi è a causa della bolletta del mio telefonino!"
Per dare una risposta più completa esamino le voci per capire come era possibile, poi guardo l'intestazione della fattura... NON ERA LA MIA : )
Era quella di Ken!
Come ho goduto!!!

Ho guardato i bimbi ridendo e comunicando loro l'errore, mi hanno preso bonariamente in giro per tutta la mattina.

Il bello che la bolletta non è mia
Il brutto che ho capito quanto sono in simbiosi con il telefono..

Micol Morelli e il suo telefono
caderefamale.blogspot.it

L'importanza di segnare il territorio

Dopo una frenetica mattina di lavoro, prendo i bimbi e via in spiaggia.
Mare caldo, con le giuste onde ma il tutto solo in un punto non esattamente davanti a noi..un pò spostato dove c'è una fantastica secca perfetta per giocare tutti assieme.

Ci avviamo io e i bimbi, poco dovo mi rincorrono i bimbi dei vicini che desiderano fare il bagno con noi e quindi tutti in acqua.

Premesso che io gioco e mi bagno tanto e quanto loro, iniziamo.

Ad un certo punto mi accorgo che Barbie è sotto il suo ombrellone senza Ken, poverina, in posa plastica sedere per aria e gambe tese (nel tentativo di mantenere tutto sodo). Ci guarda con aria torva, le stiamo invadendo il territorio.

Dopo un pò e un paio di telefonate con Ken immagino, si alza e decide di avventurarsi in acqua camminando in punta di piedi tutta impettita, poi di fronte all'idea di avvicinarsi a 5 scatenati bambini abbandona l'impresa e si allontana in zona più tranquilla.

Tentativo di segnare il territorio andato a male causa: terrore di bagnarsi i capelli : )




Micol Morelli
caderefamale.blogspot.it

giovedì 25 luglio 2013

Immagini sul luogo di lavoro

Appuntamento di lavoro da un cliente fissato dall'ufficio, verifico la categoria di appartenenza prima di andare:
- lavorazione ferro
Ok potrebbe essere tutto oppure nulla, una officina strutturata e un semplice laboratorio..
Mi vesto "normalmente" pantalone bianco in lino morbido, camicia bianca, sandalo con zeppa nascosto dal pantalone, collana, borsa da lavoro e sorriso.
Arrivo, luogo piccolo incasinato, una officina con 2 operai semi indaffarati, presto particolare attenzione a dove metto i piedi per:
- evitare pezzi di metallo
- cadere rovinosamente sul pavimento lercio
- cercare di mantenere classe, disinvoltura e sicurezza

Arrivo in un punto idoneo e mi guardo attorno nell'attesa che il soggetto dell'appuntamento si liberi, il mio occhio cade sul calendario alle mie spalle ... quello stile officina meccanica, doveva essere il paginone di luglio:
- modella bionda in posa, sdraiata su lenzuola di seta viola, con sorriso ammiccante, gambe aperte, peli zero con tutto quello che serve in vista...

Come mi è venuto da ridere.. per fortuna il rumore delle macchine e i due operai impegnati hanno coperto la mia ilarità!

Poi in trattativa commerciale è stato un pò come parlare con il cliente ma immaginandolo seduto sul water!!!
Ahahaha




Micol Morelli arredatrice di officine

Tempo

Ragazzi non so voi ma io...
tempo zero per scrivere, per aggiornare il blog, per analizzare le cagate del mondo di plastica..
sarà il caldo, i 4 kg che non riesco a perdere, le mille cose da fare, sta di fatto che arrivo a sera cotta come un tamburo..

Mi mancate, mi manco
Micol Morelli alla ricerca del tempo

martedì 2 luglio 2013

Incontri & bugie II atto

Sono passati giorni dalla figura di merda fatta da Ken,
in genere la notte porta consiglio..
più di 10 notti dovevano portare la "Treccani" dei consigli..

Invece silenzio totale, scuse nessuna.

Ken ha usato il principio dei bambini piccoli quando giocano a nascondino:
-Si chiudono gli occhi con le mani e sono convinti che se loro non vedono gli altri, gli altri non possono vedere loro!
A 2 anni è divertente.. a 50 è triste

Ha nascosto il fatto,
Lo ha negato,
Lo ha omesso,
Non né ha mai parlato ai bambini.
Quindi nella sua mente non è mai accaduto.




Caspita magari funziona!!
Non ho mai sposato Ken
Non ho mai conosciuto Ken
Ken non esiste

Ora provo a ripeterlo tutta notte :)
Micol Morelli
caderefamale.blogspot.it