venerdì 26 luglio 2013

L'importanza di segnare il territorio

Dopo una frenetica mattina di lavoro, prendo i bimbi e via in spiaggia.
Mare caldo, con le giuste onde ma il tutto solo in un punto non esattamente davanti a noi..un pò spostato dove c'è una fantastica secca perfetta per giocare tutti assieme.

Ci avviamo io e i bimbi, poco dovo mi rincorrono i bimbi dei vicini che desiderano fare il bagno con noi e quindi tutti in acqua.

Premesso che io gioco e mi bagno tanto e quanto loro, iniziamo.

Ad un certo punto mi accorgo che Barbie è sotto il suo ombrellone senza Ken, poverina, in posa plastica sedere per aria e gambe tese (nel tentativo di mantenere tutto sodo). Ci guarda con aria torva, le stiamo invadendo il territorio.

Dopo un pò e un paio di telefonate con Ken immagino, si alza e decide di avventurarsi in acqua camminando in punta di piedi tutta impettita, poi di fronte all'idea di avvicinarsi a 5 scatenati bambini abbandona l'impresa e si allontana in zona più tranquilla.

Tentativo di segnare il territorio andato a male causa: terrore di bagnarsi i capelli : )




Micol Morelli
caderefamale.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento