mercoledì 27 novembre 2013

Porte girevoli

Mentre prendevo un caffè stamattina con una amica si facevano delle considerazione sulla gestione ed utilizzo della "casa coniugale".
Teoricamente per godere del diritto della casa coniugale ci sono dei limiti, nel mio caso ad esempio non mi è permessa (né ora né in futuro) una convivenza di tipo stabile, per l'esattezza una convivenza non continuativa per un certo numero di giorni al mese con la stessa persona.
Nulla viene menzionato sul lato di serenità dei bimbi, della loro sensibilità ecc ecc. quelli che dovrebbero essere i veri argomenti insomma..

Potrei leggerlo come:
- un invito a vivere da suora, oppure..
- ad avere una porta girevole all'ingresso e cambiare compagno ogni tot giorni, l'importante è che non sia lo stesso ma che cambi.
ahahahahah

Chiaramente non mi appartengono nessuno dei due ruoli sovra citati.
Niente abito grigio
Niente porta girevole

Solo Micol : )

Micol Morelli di TOB
caderefamale.blogspot.it

1 commento: