domenica 15 dicembre 2013

4 persone 2 lingue ... aspettative

Quando organizzi una cena semi al buio ci sono sempre dei possibili rischi.
Per quanto tu conosca bene i soggetti invitati, ma alcuni di loro non si sono mai visti, i rischi tendono ad aumentare..
Quando la lingua principale non è la stessa per tutti..potrebbe essere un ostacolo ulteriore
Se la serata è per 4, due femmine e due maschi dove sono un maschio e una femmina a non essersi mai visti e non c'è un obiettivo "crea la coppia"..

Poi inizia la serata:
Io che arrivo con un "minimo" di ritardo al locale dell'aperitivo (dovevo finire di organizzare cena e baysitting per i miei e un amichetto; inviare un report urgente; cambiarmi e truccarmi). 
Chiaramente in ritardo ma strafiga ;)
All'arrivo ci sono già gli altri 3:
- la mia strepitosa divertente amica mi sembra leggermente ingessata.. 
- l'ospite anche..
- il mio unico fantastico strepitoso compagno di viaggio mi comunica telepaticamente la difficoltà oggettiva al tavolo aperitivo
Partiamo con 4 Mojito fatti con sublime maestria. Ogni volta che sono in quel locale è c'è il mio barman preferito è una vera goduria
Terminato l'aperitivo l'ostacolo linguistico inizia a diminuire anche l'esigenza delle traduzioni continue
Cambiamo locale e ci trasferiamo a quello dove abbiamo prenotato per la cena, non molto distante dal primo. Ristorante elegante noto e stellato.
Locale che conosciamo bene tutti e quattro anche se assieme non ci hanno mai visti

Inizia la fase cena, staff meraviglioso, cibo fantastico
Le barriere sono tutte superate, iniziamo a comportarci come facciamo di solito quindi come due amiche che amano la vita, il divertimento, il cibo e il vino.
A metà cena commentiamo tutti e quattro la bontà del mojito, quindi ci guardiamo e la mia amica ordina per telefono un giro per tutti che viene consegnato al tavolo del ristorante con sguardi assai stupiti dei tavoli vicini.

La serata è proseguita su un'onda totale di divertimento.
Il commento di mia cugina che fa parte dello staff del ristorante è stato:
"Tu e la tua amica siete proprio due pazze, ma la asl dovrebbe ingaggiarvi come terapia salvavita per tutti coloro che non si sanno divertire...ovviamente a ticket zero!"

Direi che in cinque ore di serata ci siamo evoluti da ingessati a sbragati.
Mi sono divertita davvero tanto, semplicemente chiacchierando gustando buon cibo in compagnia meravigliosa, confermando che: 
-cercare l'individuo sotto le convenzioni è un gioco che mi piace molto.
-le differenze linguistiche non fermano il divertimento


Micol Morelli grazieatuttiperlacena
Micol Morelli sezioneasldistaccata
caderefamale.blogspot.it




6 commenti:

  1. Si vede che la comunicazione viene fatta non solo con la semplice lingua. E che il divertimento ci aspetta negli angoli più inaspettati. Se potesse trasformarmi in mosca... :-)))

    RispondiElimina
  2. vabbè, ma hai peccato o no ? :-)))

    RispondiElimina
  3. non c'è il termine nel mio vocabolario, mai avuto. Nel tuo?

    RispondiElimina