martedì 25 febbraio 2014

Passaggio del testimone

Ci sono dei piatti che per tradizione vengono cucinati da mia nonna, questo da quanto ho memoria.
A quei piatti associo: casa, famiglia, abitudini

La nonna è classe 1920 ancora arzilla ma non da lasciare davanti ai fornelli, quindi negli ultimi 3 anni il testimone è passato a mia mamma, che non possiamo definire la classica donna di casa visto che a casa non c'è mai essendo molto impegnata lavorativamente.

Sabato pomeriggio mi sono trovata a cucinare uno di questi piatti della tradizione di casa mia. 
Mia madre è in lombardia ed io volevo prepararlo per la cena di lunedì sera con amici quindi mi sono fatta "autorizzare"
Quindi via telefono le istruzioni di base e poi all'opera.

Direi risultato non male, piatto gradito tutti soddisfatti.

Quello che mi ha fatto sorridere era vedermi a fare tutti quei gesti che ho visto fare a mia nonna mille volte, sentire gli odori spargersi per la casa poco per volta e i ricordi con loro.

La capacità della mente di immagazzinare i ricordi e cederli volta per volata a seconda delle stimolazioni ricevute :)

Micol Morelli gnamgnam
caderefamale.blogspot.it





4 commenti:

  1. il segreto comunque è, se il piatto non riesce tanto bene, riempire gli ospiti di buon vino. l'effetto annebbiamento è garantito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha fatto anche quello per sicurezza ;) e per piacere

      Elimina
  2. Risposte
    1. Anfibi, mestolo, bicchiere di rosso e musica a palla ;)

      Elimina