sabato 19 aprile 2014

Senso della misura

Oggi Ken ha preso i bimbi.
Come tutti sanno le scuole sono chiuse per le vacanze di Pasqua quindi i bimbi sono liberi dagli impegni, questo gli era stato chiarito via messaggio dai bimbi stessi.
Risultato:
- presi alle 15.30
- riconsegnati alle 18.30
Sia mai passare più tempo con loro.

Rientrati a casa dopo le solite coccole baci e abbracci mi dicono:
"Stiamo morendo di fame"
Gli comunico che in cucina ci sono focaccine calde e piselli freschi da sbucciare a volontà e partono in quarta.
Alla decima focaccina trangugiata mi sorge un dubbio:
"Bimbi avete fatto merenda con il babbo?"
Loro: "Insomma...una mela.."

Vero, i bimbi mangiano frutta spesso a merenda ma nelle seguenti quantità:
- un cesto di fragole a testa
- un mango in due e a volte uno a testa
- due kiwi con il miele a testa
la frutta cambia a seconda di quello che trovo ma le quantità sono queste..

Poveracci con una mela in pancia.

Poi apro lo zainetto con le felpe e trovo 4 t-shirt nuove per i bimbi. Bene penso, ha pensato ai figli e gli ha fatto degli acquisti.
Controllo:
- taglie tutte piccole di almeno 3 anni. La maglia più grande era di 6 anni (i bimbi hanno 7 e 9)
- prezzo in dollari americani da outlet (tipo 3 o 5 dollari)

Certo che il suo senso della misura fa fiasco su tutta la linea.

Micol Morelli conoscotutteleloromisure
caderefamale.blogspot.it

3 commenti:

  1. Intanto complimenti per l'alimentazione dei tuoi bimbi... Io ormai ho una dipendenza insana dal cioccolato...

    Ogni volta che passo a leggerti e trovo le fantastiche gesta di Ken resto sempre sconvolta :D

    RispondiElimina
  2. Se tu comunicassi a Ken in maniera molto garbata queste osservazioni - quelle sul cibo che sono importanti perche' il cibo e' anche un segno, ha valore simbolico - sull'affetto nutrimento dei vostri figli?
    Solo quelle, per le magliette porta pazienza... Il cibo e' affetto, quello smuove emozioni antiche.
    La cosa piu' grande per il bene di tutti e' che Ken deve guarire dal suo non-affetto, non-presenza. Un classico caso in cui aumento del benessere, guarigione e migloramento personale e collettivo vanno insieme.
    Tutti motivati e decisi su questo.
    O, almeno, tu!

    RispondiElimina