venerdì 30 maggio 2014

Lavori forzati

Stabilito che dovevo risistemare la stanza del mio grande, per evitare ripensamenti ho usato il seguente metodo:
- iniziare oggi finito il lavoro alle 17.00
- mettere TUTTO proprio tutto in corridoio per evitare la tentazione di fermarmi a metà
- pulire scaffali oramai vuoti
- cambiare la posizione ai mobili
- scegliere i giochi da tenere e quelli da regalare
- trasformare la stanza per un quasi decenne con la passione per libri e videogiochi 
..
Certo ho scatole e sacchi in salotto e all'ingresso, mi sembra di essere in un deposito ma ora mollo e vado a letto.

Certo che i miei fine settimana sono proprio all'insegna della vita mondana, cene, feste, uscite con amici, serate a teatro, ecc ecc

E' anche vero che mi ha riempita di "Grazie davvero sei un tesoro. Sei stata bravissima mi piace tanto." sorride da ore ed è nel suo letto gigante a leggere :)

Micol Morelli tolgoiguantidiplastica

5 commenti:

  1. la sua gioia e felicità non ha prezzo!!!
    Ripaga di qualsiasi rinuncia e fatica
    Fai tesoro di questi momenti........in un battibaleno saranno ricordi lontani.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. la tattica del "mò ti rovescio come un calzino tutto in un pomeriggio" è anche la mia: ti spacca, ma dà risultati ottimi e sicuri!!! ;-)

    RispondiElimina
  3. A me il buttare tutto all'aria e risistemare fa sentire più leggera.
    E poi altro che palestra...

    RispondiElimina