domenica 4 maggio 2014

Una Domenica mattina

Svegliarsi al suono di una telefona meravigliosa, una voce che avrei voluto sentire al mio fianco e condividere il risveglio.
Bere un caffè nel silenzio di casa.
Sentire i bimbi alzarsi, coccolosi e sonnachiosi, vederli fare la loro colazione sul divano.
Poi ognuno con il proprio libro sul divano per un'ora di relax.

Prepararci per la messa, siamo di comunione fra due settimane..
Entrare nella chiesa dove mi sono sposata, dove i bimbi sono stati battezzati, dove ho trovato penombra per le mie lacrime, dove ho trovato sorrisi per asciugarle.
Far vestire i bimbi per il servizio all'altare vederli salire le scale in mezzo alla gente.
Cercare di rimanere concentrata per dedicare quei pochi minuti alla spiritualità, scoprendo che la mente fugge ovunque fra le cose da fare, gli impegni, i vorrei i non posso i dovrei, i vorrei averti qui.
Scoprirmi a chiedere di proteggere i bimbi e di farmi diventare più saggia.
Scoprire che la voce che sta cantando è di un grande maestro a messa anche lui e ci allieta con il suo dono senza sfarzo, solo piacere.
Uscire e dire buona domenica alla vigilessa che non vedevano da qualche mese.

Uscire nel sole con i bimbi per mano e infilarsi in una libreria, ognuno si sceglie il cibo per la mente e come sorridono e mi dicono "Grazie" mi omaggiano di  un balletto per la gioia di aver trovato un libro tanto voluto :)

Sono le piccole cose che riempono la vita, ma sono quelle che si ricorderanno sempre.

La presenza al tuo fianco,
la mano che ti tiene,
il rito a volte noioso ma anche necessario,
il senso del giorno di festa,
le piccole soddisfazioni,
i momenti di lettura in attesa del pranzo pronto,
il lavatevi le mani bimbi,
il vivere con gioia ogni momento.

Io ricordo la domenica mattina di quando ero bambina con mia sorella, il vestirsi bene per la messa, il velo di pizzo da indossare in chiesa, il gelato subito dopo, andare a comprare i pasticcini per il pranzo, passare in edicola per vedere se è arrivato "Il Corriere dei Piccoli", al bar con il nonno e poi i pranzo.
Poi tutto si è stravolto, ma quella fotografia non ha i bordi sbiaditi è nitida come se fosse stata scattata ieri.


Micol Morelli buonadomenica
caderefamale.blogspot.it




7 commenti:

  1. I tuoi bimbi leggono, seguono una dieta sana, vanno a messa.
    O non sono umani o tu sei una Wonder Mum. Complimenti :D

    RispondiElimina
  2. non sono umani ahahahah
    a messa devo trascinarli... ma almeno il minimo indispensabile per raggiungere lo step comunione poi liberi e selvaggi di scegliere loro ;)
    Aggiungo che: apprezzano il gusto della birra e del vino (un sorso in occasioni speciali), ogni tanto viva Mc Donald, Pringol alla paprika non devono mai mancare in dispensa, tacos davanti alla TV il sabato sera con peperoni freschi e hanno scoperto il serial Desperate housewives e li fa impazzire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono stata trascinata fino allo step cresima. Pessimo investimento :)

      Elimina
  3. Che bel post!
    Anch'io ricordo le domeniche di quando ero bambina... che nostalgia.

    :)

    RispondiElimina
  4. Per adesso hai voglia di scrivere vedo.... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è lungo l'elenco e c'è tempo per tutto ;)

      Elimina