domenica 29 giugno 2014

Mosca (insetto non città)

Ci sono dei momenti dove penso che non troverò mai la mia strada.

Momenti in cui penso che avevo avuto la fortuna di trovarla subito ancora prima di laurearmi e che poi troppo "superficialmente" ho perso.

Non ho ancora evidentemente capito in cosa sono davvero brava, a volte mi sento come una mosca che sbatte sui vetri, ho bisogno di trovare la finestra aperta..

Questo istante è uno di quei momenti, dove mi sento totalmente inadatta a trovare la mia strada nella vita.
Avessi 20 anni sarebbe normale, superati i quaranta è patologico.

Quella dicitura sulle schede di valutazione scolastiche "Potrebbe fare molto meglio" sembra essere la mia caratteristica di vita.

Cercherò di diventare una mosca corazzata.

Micol Morelli ronzandoincercadirealizzazione
caderefamale.blogspot.it

5 commenti:

  1. Dolcezza, quanto a non trovare la propria strada posso comprendere pienamente.
    Ma tu hai già un sentiero battuto dal quale partire, saprai sfruttarlo al meglio che sei in gamba.

    ;-)

    RispondiElimina
  2. basta solo una bella inizione di autostima, è un ottimo ricostituente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggi vado a caccia di iniezioni poi ti dico

      Elimina
  3. sei in buona compagnia credimi. Sono stata costretta a cambiare rotta più volte, ed ogni volta è lo stesso smarrimento.............ma forse anche questo fa parte della navigazione a vista o no?

    RispondiElimina