martedì 10 giugno 2014

Palcoscenico

Ieri c'è stata la pièce teatrale del mio "grande" :)
Performance strepitosa.

Adora il teatro e si vede, è talmente bello vederlo sul palcoscenico.
La trama della storia rappresentata era il passato.
La storia delle famiglie dei bimbi attori, i racconti di casa, i fatti accaduti.
Le storie sono state ritoccate per la scena, ed ecco lo spettacolo.

Il mio ha raccontato in modo ironico di me, della mia distrazione che da ragazza ha portato ad un furto a casa a causa di finestre lasciate aperte ed ora controllo tre volte prima di uscire.

E' stato emozionante.

Gli applausi hanno riempito la sala.

Io e la mia famiglia eravamo li
L'Imbecille e la sua famiglia no.

Anche questo pezzo di vita, di esperienza, di gioia pura non era di suo interesse.

Noi famiglia di carne ed ossa non suscitiamo lo stesso richiamo della plastica e del silicone.
Siamo troppo impegnativi usiamo sia il cuore che la testa.

Ringrazio per come sono e per come sono i bimbi, crescono sani, sereni, ricchi di entusiasmo, voglia di creare e di imparare. 
Non sarà l'assenza di un padre di plastica a frenare la loro sete di vita.

Micol Morelli 
caderefamale.blogspot.it

2 commenti:

  1. Padre di plastica.
    Che tristezza. Fortuna che hanno te...

    RispondiElimina
  2. ah no, di certo i figli crescono a dispetto dei genitori, nel bene o nel male

    RispondiElimina