domenica 26 ottobre 2014

Diverse competenze

Non sono una appassionata di sport in generale
né attiva né passiva, la pigrizia regna sovrana..

L'azienda sponsorizza delle squadre e ieri ho portato i bimbi alla nostra prima partita di calcio.
Erano strafelici,
Le condizioni non erano male:
- biglietti sponsor
- buffet a disposizione con ottimi piatti
- poltronissime
- snack durante la partita

Mi sono davvero divertita e i bimbi tantissimo.
Mi sa che mi tocca recuperare biglietti per altre partite..

Questa esperienza mi ha fatto riflettere sul fatto delle diverse competenze.
Dovrò cercare di colmare le mie "carenze" per dare ai bimbi maggiori opportunità ed esperienze.
Cercherò di cimentarmi un po' di più nello sport potrebbero giovarne le mie cosce ;)

Che palle, Ken dovrebbe almeno cercare di colmare il settore sport.
Evito di menzionare il suo sport lavoro ed elenco solo quelli degli ultimi anni:
- sci
- apnea
- windsurf
- immersioni
- corsa
- ultraleggero
- volo
- tradimento


Micol Morelli sportforsearrivo
caderefamale.blogspot.it

martedì 21 ottobre 2014

Impiastro secondo tempo

Spostandomi da una stanza all'altra per una chiamata privata su skype inciampo nel filo del PC perdo l'equilibrio lui vola a terra sfracellandosi....

Danni.. SI

Mi serve per lavoro, la riparazione non ha senso...

PC nuovo non previsto

che palle
ora qui a ricaricare programmi 
che palle non era prevista questa spesa uff
niente soprabito vintage in vernice nera con leggera imbottitura :(

Micol Morelli superimpiastroeccoloqua
caderefamale.blogspot.it

lunedì 20 ottobre 2014

Impiastro

Mi capita di avere la serata da Impiastro, quella dove non mi riesce niente mi scotto con il caffè e mi macchio con il dolce.
Mi capita anche di avere la giornata da impiastro, quelle che nascono con il piede sbagliato e si aggrovigliano ora dopo ora

Da ieri mi sento una vita da Impiastro, dove le scelte si incasinano da sole e riesco a fare sempre quelle meno adatte.

Questa sensazione mi irrita e mi demotiva, inoltre voglio uscire dal circolo impiastroso da sola quindi il mio cervello si deve impegnare a trovare delle soluzioni valide e giustificative..
come è tutto faticoso

L'elemento scatenante è stata una innocente telefonata di famiglia che mi comunicava un evento bello accaduto, successivamente un'altra telefonata era mia mamma che mi diceva che erano i suoi ultimi mesi di lavoro e che aveva voglia di fermarsi..
Sono andata in crisi, mi sono sentita strana e poi: buio, freddo, caos, panico

Mi sono sentita in prestito su tutto: amore, lavoro, amici, famiglia
La sensazione di non essere stata in grado di costruire nulla per davvero, di abbozzare tante cose e stop.
Il pensiero cupo ha iniziato ad infilarsi dentro a tutto, ad avvelenare gli altri pensieri.
Ora sono in attesa che l'antidoto iniettato agisca sia contro i pensieri neri che contro la sindrome da Impiastro.

Micol Morelli periodoimpiastro
caderefamale.blogspot.it

giovedì 16 ottobre 2014

Senso dell'umorismo

Visita dalla pediatra per il controllo dei 10 anni.

Si spoglia su richiesta della dottoressa, fa tutto quello che gli chiede. Si riveste
Poi in un attimo in cui la dottoressa esce mi dice:
"Ma non mi ha pagato!"
io "???"
lui "Mi sono spogliato è non  mi ha pagato" ridendo

Micol Morelli ioloadoro
caderefamale.blogspot.it

domenica 5 ottobre 2014

Perversioni

Ci stavo pensando da un po'
in particolare da quando mi avevano chiesto un titolo e non lo trovavo..
Quindi oggi ho sistemato i libri divisi per:
- autori italiani
- autori stranieri
chiaramente in ordine alfabetico

Mi stò preoccupando... di tutte le cose che potevo fare, spiaggia, bici, niente ho scelto di sistemare 12 mensole di libri.

Micol Morelli straneperveersioni
caderefamale.blogspot.it

sabato 4 ottobre 2014

Visita nel passato

Settimana scorsa fra le mille cose fatte e km macinati ho scelto di passare a visitare il passato.

Ero in Veneto, dove ho lavorato magnificamente per anni, dove l'azienda era famiglia, dove sono cresciuta e dove avrei voluto restare.

Tante stupide piccole cose mi hanno fatto scegliere di andare via, di cambiare lavoro, città e vita.
Dopo poche settimane avevo già capito che era stata la scelta sbagliata ma non me la sono sentita di tornare.
La frattura aveva fatto troppo male a me e a loro, come un divorzio.

La sede è cambiata, lo stabile non è più lo stesso ma lo spirito si.
Entrare non riconoscendo più nessuno è stato strano.
Entrare riconoscendo quadri, oggetti, prodotti, abitudini è stato emozionante.
Ho riconosciuto il tappetino d'ingresso della vecchia sede che ora è all'ingresso del magazzino, quelle cose che solo uno di famiglia nota.
Ho fatto il giro fra gli uffici nuovi, nella sala riunioni, ho visto quello che sarebbe stato il mio spazio se non avessi divorziato.
Ho abbracciato uno dei miei vecchi capi, abbiamo chiacchierato e riso.

Mi mancheranno sempre, le nostre strade sono divise ma l'affetto che provo è forte.

Micol Morelli aspassonelpassato

caderefamale.blogspot.it