lunedì 20 ottobre 2014

Impiastro

Mi capita di avere la serata da Impiastro, quella dove non mi riesce niente mi scotto con il caffè e mi macchio con il dolce.
Mi capita anche di avere la giornata da impiastro, quelle che nascono con il piede sbagliato e si aggrovigliano ora dopo ora

Da ieri mi sento una vita da Impiastro, dove le scelte si incasinano da sole e riesco a fare sempre quelle meno adatte.

Questa sensazione mi irrita e mi demotiva, inoltre voglio uscire dal circolo impiastroso da sola quindi il mio cervello si deve impegnare a trovare delle soluzioni valide e giustificative..
come è tutto faticoso

L'elemento scatenante è stata una innocente telefonata di famiglia che mi comunicava un evento bello accaduto, successivamente un'altra telefonata era mia mamma che mi diceva che erano i suoi ultimi mesi di lavoro e che aveva voglia di fermarsi..
Sono andata in crisi, mi sono sentita strana e poi: buio, freddo, caos, panico

Mi sono sentita in prestito su tutto: amore, lavoro, amici, famiglia
La sensazione di non essere stata in grado di costruire nulla per davvero, di abbozzare tante cose e stop.
Il pensiero cupo ha iniziato ad infilarsi dentro a tutto, ad avvelenare gli altri pensieri.
Ora sono in attesa che l'antidoto iniettato agisca sia contro i pensieri neri che contro la sindrome da Impiastro.

Micol Morelli periodoimpiastro
caderefamale.blogspot.it

5 commenti:

  1. ma con i figli splendidi che hai come fai ad avere questi pensieri ? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohh bravo Fra, hai detto una cosa saggia:D:D

      Non posso aggiungere altro!

      Elimina
    2. quel che è vero è vero

      F.

      Elimina
  2. per questa sensazione di impiastro mi dispiace...però posso dirti che non sei affatto un impiastro...
    i figli le amicizie e altro sono conse preziose non scordartelo!!!!
    e se vuoi ti porto un antidoto "spritz"......

    RispondiElimina
  3. grazie ragazzi ero proprio giù..

    RispondiElimina