sabato 4 ottobre 2014

Visita nel passato

Settimana scorsa fra le mille cose fatte e km macinati ho scelto di passare a visitare il passato.

Ero in Veneto, dove ho lavorato magnificamente per anni, dove l'azienda era famiglia, dove sono cresciuta e dove avrei voluto restare.

Tante stupide piccole cose mi hanno fatto scegliere di andare via, di cambiare lavoro, città e vita.
Dopo poche settimane avevo già capito che era stata la scelta sbagliata ma non me la sono sentita di tornare.
La frattura aveva fatto troppo male a me e a loro, come un divorzio.

La sede è cambiata, lo stabile non è più lo stesso ma lo spirito si.
Entrare non riconoscendo più nessuno è stato strano.
Entrare riconoscendo quadri, oggetti, prodotti, abitudini è stato emozionante.
Ho riconosciuto il tappetino d'ingresso della vecchia sede che ora è all'ingresso del magazzino, quelle cose che solo uno di famiglia nota.
Ho fatto il giro fra gli uffici nuovi, nella sala riunioni, ho visto quello che sarebbe stato il mio spazio se non avessi divorziato.
Ho abbracciato uno dei miei vecchi capi, abbiamo chiacchierato e riso.

Mi mancheranno sempre, le nostre strade sono divise ma l'affetto che provo è forte.

Micol Morelli aspassonelpassato

caderefamale.blogspot.it


3 commenti:

  1. Forse hai questi ricordi positivi perché erano gli anni migliori della tua vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah come sei drastico!
      direi che ogni periodo ha il suo bello
      mi piaceva il lavoro che facevo e come lo facevo

      Elimina
  2. Un salto nel passato fa bene, purché si torni al presente...

    RispondiElimina