domenica 2 aprile 2017

Una vita negli estratti conto

La primavera si avvicina e anche l'esigenza di liberare dello spazio,
mi armo di pazienza e determinazione e inizio a fare un lavoro che ho rimandato per anni..
liberarmi della documentazione con più di 10 anni..

Erano un totale di 4 faldoni che sono cresciuti nel tempo e mi hanno seguito di casa in casa, di trasloco in trasloco.
Guardavo la data di riferimento e strappavo..poi l'occhio ha iniziato a scorrere sulle voci e il ritmo è rallentato..

In quelle voci di estratto conto c'era la mia vita passata, le entrate dei miei primi lavori, i primi veri stipendi quelli a data fissa tutti i mesi,
nelle uscite c'erano i miei negozi preferiti, le spese al vivaio per le piante della prima convivenza con il fidanzato intelligente, i bonifici sul conto comune per le spese di casa, ricordo ancora l'acquisto di un magnifico limone per il balcone..
i pagamenti per i biglietti aerei, le spese in vacanza, quelle per i regali di Natale, i versamenti in contanti dopo il Natale, i costi della linea del primo cellulare,
poi i tragitti autostradali costanti sulla Cisa tutte le settimane quando la mia vita era cambiata, poi i soldi per il mutuo passare dal conto, i pagamenti per i mobili della mia casa che non ho mai goduto perchè diventata subito pendolare, poi dopo poco tutto si sposta e cambia regione e il modo di spendere cambia..

Poi passo al faldone con le buste paga, prima sono delle ricevute di lavori fatti, poi diventano buste paga con importi "sindacali" che nel giro di pochi mesi aumentano e in due anni passo a Quadro, guardare quegli importi oggi mi fa pensare... guadagnavo più allora di oggi..
Ma poi ho avuto la brillante idea dare la priorità al cuore all'uomo della mia vita e lasciare tutto per cambiare regione ... che cogliona

Poi ho visto le ricevute delle tasse universitarie, le dichiarazioni dei redditi, le ricevute del dentista, quelle del ginecologo, le ricevute dei bonifici come regalo di matrimonio, il pagamento del viaggio di nozze, quello per le Mauritius di quando ero in dolce attesa e poi le ecografie della meraviglia della mia vita ed ho sorriso

Una vita negli estratti conto... ora riempono 3 sacchi della raccolta differenziata e mercoledì mattina finiranno al macero.

Riflessioni...o avuto una vita davvero piena e sono certa che quei tempi torneranno con qualche ruga in più ma con una voglia di vita infinita

Milcol Morelli
raccoltadifferenziatanellecarteenellamemoria

1 commento:

  1. Io sono un accumulatore compulsivo... dovrei gettare via un mondo.. ma quando tento sento come se strappassi pelle viva... finirò sommerso di carte inutili, appendici inconscie del mio sistema nervoso.

    RispondiElimina